1Q84
by Haruki Murakami
(*)(*)(*)(*)(*)(8,194)

All Reviews

46 + 1357 in other languages
Laura TrepyLaura Trepy wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
MatiMati wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
LibrosulcomòLibrosulcomò wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
“1Q84″ è un’unica storia divisa in tre libri; la prima e la seconda parte (libro 1 e 2) vengono raccolti in un’unica edizione pubblicata per la prima volta nel 2009, mentre in Italia si dovrà attenderne l’uscita nel 2011.
Il racconto è ambientato a Tokyo, tra l’aprile e il settembre del 1984.
Aomame Masami è una ragazza di trent’anni dalla doppia vita. Se nella quotidianità lavora come istruttrice di autodifesa in un club privato, occasionalmente, quando è richiesto il suo intervento, si trasforma in una spietata assassina. La donna ha anche ideato e costruito uno strumento di morte inconsueto: un pungolo con un sottilissimo ago che, quando trafigge la nuca della vittima, non lascia alcun segno, in modo tale da non rendere possibile risalire alla causa della morte. Questi omicidi, però, vengono perpetrati per una ‘giusta’ causa. Aomame, infatti, è stata assoldata dalla signora Okada Shizue, un’anziana e ricca vedova da anni impegnata a proteggere le giovani donne vittime della violenza maschile. Un senso di ‘giustizia privata’ che accomuna le due donne e che trova spiegazione in un’esperienza di lutto vissuta da entrambe: sia la figlia dell’anziana signora, sia la migliore amica di Aomame, si sono suicidate per sfuggire alla violenza degli uomini che avevano sposato.
Una sera d’aprile la ragazza alza gli occhi al cielo e vede che, accanto alla solita luna, ve ne è un’altra più piccola e di colore verde. Un cielo con due lune! Aomame capisce di non trovarsi più nell’anno 1984, nè, tanto meno, nel suo mondo. Quella in cui ora vive è un’altra realtà. Si trova nel 1Q84. “Q è la Q di question mark, il punto interrogativo”.
Kawana Tengo è un giovane insegnante di matematica che aspira a diventare scrittore. La sua vita è abitudinaria: quando non è impegnato ad insegnare, si dedica alla stesura del suo primo romanzo. Le sue abitudini, però, vengono stravolte quando il suo editor gli propone di riscrivere un racconto intitolato “La crisalide d’aria”. Questo manoscritto è stato inviato alla casa editrice per concorrere ad un prestigioso premio letterario nazionale; l’autrice risulta essere Fukada Eriko (che si firma con lo pseudonomo di Fukaeri), una ragazzina di soli 17 anni. “La crisalide d’aria”, è un racconto misterioso e affascinante, ma scritto male. Tocca a Tengo sistemarlo, elaborarlo in modo tale da poterlo presentare come possibile candidato al premio.
Quando il giovane scrittore incontra Fukaeri, non scopre solo che la ragazzina è dislessica, ma anche che ha un passato turbolento. Il padre, infatti, è il leader di una setta religiosa, il Sakigake, che porta avanti attività misteriose, setta dal quale Fukaeri è scappata per motivi sconosciuti. Nessuno è mai riuscito ad avere informazioni chiare su ciò che si svolge all’interno di questa comunità; essa risulta impenetrabile dall’esterno
Queste le vite parallele dei due personaggi principali. Vite che nel corso della storia si avvicineranno, che verranno coinvolte in vicende e fatti misteriosi senza mai toccarsi. Vite che vivono però nel ricordo l’una dell’altra. Aomame e Tengo si sono incontrati in passato; un incontro fulmineo, veloce, alla tenera età di 10 anni.
librosulcomo.it/2014/03/1q84-libro-1-e-2-aprile-settembre