La lettera di Gertrud

Voto medio di 38
| 14 contributi totali di cui 9 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
È spargendo al vento le ceneri della madre che Martin Brenner, genetista all’apice di una brillante carriera, marito e padre felice, comincia a interrogarsi sul suo rapporto con lei: perché non prova un vero dolore, perché ha sempre sentito che un ve ...Continua
Alessandra
Ha scritto il 16/08/19
Ancora una volta, ecco l'umanità di Larsson.
L'umanità di Larsson traspare in ogni pagina di questo libro, incentrato sull'identità (in generale) e sul significato di ebraicità. E' davvero necessario sentirsi "appartenenti" a qualcosa? Senza alcuna appartenenza, non si è nessuno? Si può vivere...Continua
Lilli
Ha scritto il 09/07/19
Stavolta, vengo subito al dunque. Questo libro è un inno alla libertà dell'individuo di determinarsi attimo per attimo secondo i suoi desideri e la sua volontà; alla libertà dell'uomo e della donna di scegliere chi o cosa essere, chi o cosa diventare...Continua
Umberto Stradella
Ha scritto il 24/06/19
L'ebreo che non vuole essere ebreo
Il valore letterario di questo interessante romanzo-documento non si trova nella particolare originalità della struttura narrativa, ma consiste nella intensa drammatica riflessione del protagonista (studioso di DNA) sulla natura dell'ebraismo religio...Continua
Massimo Molteni
Ha scritto il 13/06/19
Alti e bassi, tanto e poco
Davvero difficile dire come un libro così ricco di spunti e contraddizioni e così pieno di senso di umano rispetto, in poche parole così vivo, possa poi perdersi in un racconto piatto e monotono, senza registri e contrappunti, così noioso e, di conse...Continua
MeLoLeggo.it
Ha scritto il 03/06/19
La lettera di Gertrud, di Björn Larsson
https://www.meloleggo.it/la-lettera-di-gertrud-di-bjorn-larsson_1150/ …Polvere sei e in polvere tornerai… Queste le parole con cui Maria, la madre di Martin Brenner — il brillante genetista protagonista di questo romanzo — si è congedata dalla vita,...Continua

Kikko
Ha scritto il Aug 21, 2019, 09:01
"C'era ancora un limite che costringeva gli antisemiti, gli omofobi, gli islamofobi e i misogini a misurare le parole. Finché la parola razzista restava una brutta parola, c'era ancora qualche speranza" "Cosa rendeva l'uomo così pronto a credere, ben...Continua
AdrianaT.
Ha scritto il May 25, 2019, 09:48
Ovviamente l'ondata di nazionalismo, populismo, xenofobia e razzismo che stava spazzando l'Europa non poteva che peggiorare le cose. Il flusso di profughi alimentava forze oscure, ma in realtà era solo un pretesto per qualcosa di più profondo: il de...Continua
Pag. 391
Antonella
Ha scritto il Apr 27, 2019, 12:17
"Altrimenti ci sono lì, come ovunque nel mondo, delle panchine su cui ci si può sedere ad aspettare aiuto. Ci sono rimasto una settimana, ma l'aiuto non è arrivato".
Sidner
Ha scritto il Mar 09, 2019, 13:50
Quando sia gli amici che i nemici vogliono che tu resti quello che sei e impongono sanzioni, dall'espulsione alla pena di morte, a seconda della cultura e della religione, per farti restare ciò che gli altri vogliono che tu sia, non è così facile con...Continua
Pag. 456
Sidner
Ha scritto il Mar 09, 2019, 13:45
Resto d’accordo con quel che aveva scritto Hannah Arendt, accusata da Gershom Scholem di non amare il popolo ebraico: che non aveva mai amato un popolo, né quello ebraico né quello tedesco, francese o americano, né la classe operaia o qualunque altro...Continua
Pag. 334

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi