Storia di un amore implacabile, di una ricerca intima a dispetto di tutto, Meraviglia ci accompagna negli anni difficili della formazione di un adolescente, che non eccelle, che non è ammirato, che fatica a individuare i propri contorni.«Alcune vite ...Continua
Samantha
Ha scritto il 23/05/18
Adolescenza e la scuola, ma anche gli amici, il gruppo e le prime esperienze. Meraviglia è una storia semplice e scorrevole. Credo che sia un romanzo di formazione, ci sono dei buoni concetti ma ancora non sviluppati. Rimango in attesa del prossimo r...Continua
Nadia
Ha scritto il 23/04/18
ammetto che, se non fosse stato per un'amica che, un giorno, mi mise in mano il libro dicendomi "io l'ho letto, è bellissimo, te lo presto" probabilmente non lo avrei mai nemmeno preso in considerazione. Ho cominciato a leggerlo più per il dovere di...Continua
Pizia
Ha scritto il 19/03/18
"Il fatto è che l'amore, un bel giorno di settembre, può arrivare in bicicletta e tu, fermo sul marciapiede, lo annusi e ti pare abbia l'odore dell'arcobaleno."
Una lettura da medie, ma anche no. Ci ho messo mezzo libro -il che equivale a un'ora, mai vista una carta così spessa- a capire se effettivamente il Vidotto si fosse sforzato di rincorrere un dialogo plausibile, un lessico adolescenziale o se questa...Continua
Romanticamente...
Ha scritto il 14/02/18
SPOILER ALERT
Nayeli - per RFS
Meraviglia ha il sapore di un romanzo nostalgico, una di quelle storie che gli anziani raccontano parlando del proprio passato, piena di malinconia, di dolcezza, di massime imparate dalla vita vissuta e di commenti “col senno di poi”. Quando sei...Continua
Elope82
Ha scritto il 04/02/18
Veramente bello
A parte il fatto che è scritto benissimo, questo libro aveva inizialmente le sembianze di un romanzo di formazione ma non è solo questo è molto di più. Vidotto ci porta direttamente nell'animo dei personaggi , Lorenzo e Lavinia due anime opposte ma c...Continua

Samantha
Ha scritto il May 22, 2018, 19:01
"La musica è il mascara delle parole: le allunga, le fa belle e soprattutto le allontana dal significato della lingua. Le rende universali."
Pag. 183
Samantha
Ha scritto il May 22, 2018, 18:55
Il dolore è come la sabbia di una clessidra: si trasferisce da una parte all'altra e, meno soffre chi se ne va, più sabbia rimane da gestire a chi resta.
Pag. 92
pidizeta
Ha scritto il Apr 28, 2018, 16:22
Scoppiavo di gioia. Era un'emozione fragilissima e impalpabile che s'annidò in quell'unico attimo, lo illuminò e volò via, perché la gioia è un momento senza tempo. Non si può trattenere. Accade e scompare. E così ti fulmina e ti abbandona e tu ne s...Continua
Pag. 85

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi