Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola fra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti, e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tec ...Continua
Kalima
Ha scritto il 01/09/19
Sorprendente Baricco. Una fiaba la storia di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, una vita a danzare tra il bianco e nero dei tasti di un pianoforte, inchiodato alle instabili certezze del mare per paura di affrontare le stabili incertezze del mondo....Continua
Memole
Ha scritto il 26/07/19
"Quel che davvero stavamo facendo, era danzare con l'Oceano, noi e lui, ballerini pazzi, e perfetti, stretti in un torbido valzer, sul dorato parquet della notte"
Libro poetico. Breve, ma inteso e commovente. Racconta la storia di un prodigioso pianista, Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, figlio illegittimo dell'oceano; Il quale trascorre un'intera vita per mare, senza mai sfiorare terra, per poi scomparire n...Continua
Palantir
Ha scritto il 09/06/19
La magia del maestro Morricone

La sua lettura è molto piacevole; se seguita alla visione del film "La leggenda del pianista sull'oceano" riecheggiano le note di Morricone e il sorriso malinconico dell'attore.

Chiara A.
Ha scritto il 09/06/19
null
Vero, intenso, letto tutto d'un fiato. Nonostante io abbia letto altro dell'autore, non sono una grande appassionata né tantomeno una fan di Baricco, è uno di quegli autori che risultano controversi : ho amato alcuni romanzi ma ne ho deteststo altri,...Continua
winterlude
Ha scritto il 28/03/19
Era da tanto tempo che non leggevo un libro così scorrevole e piacevole, di quelli che ti fan fare tardi perché vuoi leggerne ancora un pezzo! Il messaggio del libro è che la vita è talmente imprevedibile e dalle possibilità talmente sconfinate che a...Continua

Andreabrg
Ha scritto il Apr 16, 2019, 10:36
Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia e qualcuno a cui raccontarla
Fadila♡♡♡
Ha scritto il Feb 13, 2019, 22:34
E più il conto saliva, più ridevamo. E se io ci ripenso, mi sembra che era quella cosa lì, essere felici. O una cosa del genere.
Pag. 31
Ila
Ha scritto il Apr 10, 2018, 11:07
Il mondo, magari, non l'aveva visto mai. Ma erano ventisette anni che il mondo passava su quella nave: ed erano ventisette anni che lui su quella nave, lo spiava. E gli rubava l'anima.
Antonio Cat.
Ha scritto il Mar 12, 2018, 21:51
Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu, sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi fare. Loro sono 88. Tu sei infinito. Q...Continua
Antonio Cat.
Ha scritto il Mar 12, 2018, 21:51
Sapeva ascoltare. E sapeva leggere. Non i libri, quelli son buoni tutti, sapeva leggere la gente. I segni che la gente si porta addosso: posti, rumori, odori, la loro terra, la loro storia... Tutta scritta, addosso.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteca...
Ha scritto il Nov 24, 2015, 11:52
Collocazione: NR 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi