Solo il mimo canta al limitare del bosco

Voto medio di 374
| 41 contributi totali di cui 35 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Siamo nel 2467 e da diverse generazioni sono i robot a prendere ogni decisione, mentre un individualismo esasperato regola la vita dell’uomo: la famiglia è abolita, la coabitazione vietata e ognuno assume quotidianamente un mix di psicofarmaci e anti ...Continua
AK-47
Wrote 8/27/20
Una società ipertecnologica ed edonista che finisce con il regredire a uno stato animalesco
Nel 2467 popolano un mondo ipertecnologizzato e guidato dai robot solo poche migliaia di esseri umani, completamente ritirati in se stessi e dediti a un'esistenza felicemente e serenamente ignorante, (hanno disimparato a leggere, a riflettere, fin da...Continua
Stay Human
Grandioso. Un inno struggente alla bellezza dell'amore e della vita, un grido di speranza che riecheggia per le strade deserte di New York. La scrittura di Tevis è magistrale e stilla poesia ad ogni passaggio. "Che cosa intendi, tu, per amore?" Aspe...Continua
Frahorus
Wrote 4/18/19
I libri salveranno il mondo
Prima opera di Walter Tevis che leggo, ed è subito amore! Siamo nel futuro, nel 2467, a New York e scopriamo che il mondo è governato dai robot mentre gli esseri umani si trovano ad un passo dall'estinzione visto che prendono continuamente droghe (e...Continua
paolo
Wrote 3/18/19
Romanzo distopico con diverse assonanze verso i grandi classici del genere (Fahrenheit 451 e Il Mondo nuovo in particolare). Qui l'autore immagina che in un prossimo futuro l'umanità sia ridotta agli sgoccioli dalla somministrazione continua di drogh...Continua
LA POESIA DI UN MONDO DISTOPICO IN DECADENZA
“Solo il mimo canta al limitare del bosco” o, meno poeticamente, come recita un’altra traduzione del titolo “Futuro in tranche” è uno splendido romanzo del 1980 (titolo originale “Mockingbird”) dello statunitense Walter S. Tevis (San Francisco, 28 fe...Continua

Wrote Oct 21, 2018, 20:18
"Abbiamo aperto la porta. In un primo momento abbiamo incontrato soltanto l'oscurità e un odore dolciastro. Poi all'improvviso si sono accese le luci e Mary Lou ha esclamato: -Gesù Cristo! La camera era enorme, e c'erano libri dappertutto."
Monkeyluis
Wrote Feb 15, 2018, 20:41
Quello che avevo voluto, quello che avevo bramato anche allora, era essere amato. E amare. E quella parola non me l'avevano nemmeno insegnata.
Pag. 312
Fabioscarnati
Wrote Jan 31, 2015, 08:22
"Che cosa intendi, tu, per amore?" Aspettò a lungo prima di rispondermi. Poi disse: "Un senso di agitazione nel petto. Palpitazioni. Il desiderio che tu sia felice. Un’ossessione di te, il piacere di guardarti piegare il mento, di scrutare lo sguardo...Continua
Chiara
Wrote Jan 23, 2011, 14:34
Credo di potermi già definire un adoratore dell'oceano. Leggendo il Nuovo Testamento ad alta voce ai Kalek, ho sviluppato una forte ammirazione per Gesù, un profeta triste e terribilmente penetrante; un uomo che ha capito qualcosa di fondamentale del...Continua
Pag. 223
Chiara
Wrote Jan 23, 2011, 14:29
"Solo il mimo canta al limite del bosco" disse il bus. Era incredibile sentirglielo dire. "Hai trovato queste parole nella mia mente?" "Si. Sono spesso nel tuo pensiero." "Cosa significano?" "Non lo so. Ma ti danno dei sentimenti forti." "Forse trist...Continua
Pag. 226

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add