Berlin Poplars
by Anne B Ragde
(*)(*)(*)(*)( )(109)
Just before Christmas on a farm in Northern Norway, eighty-year-old Anna Neshov, matriarch of a troubled family, is taken gravely ill. Her three sons have been quietly immersed in their work: one an undertaker, one a window-dresser and the eldest running the family farm, but now they are forced to r... More

All Reviews

1 + 19 in other languages
LiaLia wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)
Una famiglia norvegese misteriosa e un romanzo di amore e odio al tempo stesso. Il primo libro della trilogia dedicata ai Neshov è tutto questo: la storia di tre generazioni coinvolte in un segreto insabbiato, svelando il quale tutto potrebbe cambiare.

In particolare, tutti e tre i fratelli Neshov ogni giorno si tengono alla larga dal passato, frenati dal forte carisma della madre. La solitudine e il distacco, difatti, appaiono l'unica possibilità di uscire salvi dalla “casa delle bugie” - è proprio il caso di dirlo. Le loro esistenze, ignare del privato altrui, diversamente caratterizzate, procederanno però ancora una volta insieme. Una seconda occasione, per così dire, che li vedrà più o meno uniti e cambiati.

L’ottuagenaria Anne è in fin di vita e, a partire da ciò, ne conosciamo i figli: scrupolo e affidabile cura nelle gesta di Tor, il Neshov più maturo, che conosciuta l'abnegazione filiale inaspettatamente non sa più destreggiarsi nella cura della fattoria familiare; Marcido, invece, il fratello di mezzo taciturno e riflessivo, impresario funebre di successo, verosimilmente a distanza di anni ha molto da dire; Erlend, al contrario, il più piccolo dei tre, decoratore eccentrico trasferitosi a Copenaghen, è sempre lo stesso, semplicemente non intende più nascondersi.

Anna B. Ragde, senza trascurare ironie e equivoci, crea una tensione costante che ha al centro l'anziana donna - madre incomprensibile eppure da scoprire - nascondendo fino alle ultime battute del primo volume una verità dura e insieme romantica. Il lettore vorrebbe a quel punto approfondire, determinato davvero a capire, ma la narrazione si interrompe. Curiosi? Di più. «Il nuovo caso letterario venuto dal Nord, pubblicato in 22 Paesi», ci lascia in fortissima attesa. Incredibile!
mangialibri.com/node/12472