Come un romanzo
by Daniel Pennac
(*)(*)(*)(*)( )(8,067)
I DIRITTI IMPERSCRITTIBILI DEL LETTORE

I. Il diritto di non leggere
II. Il diritto di saltare le pagine
III. Il diritto di non finire un libro
IV. Il diritto di rileggere
V. Il diritto di leggere qualsiasi cosa
VI. Il diritto al bovarismo (malattia testualmente contagi

... More

Debora's Quote

DeboraDebora added a quotation
00
«Una lettura ben fatta salva da tutto, compreso da se stessi. E, soprattutto, leggiamo contro la morte. È Kafka che legge contro i progetti mercantili del padre, Flannery O’Connor che legge Dostoevskij contro l’ironia della madre (“L’Idiota?! Solo tu potevi chiedere un libro con un titolo del genere!”), Thibaudet che legge Montaigne nelle trincee di Verdun, Henri Mondor immerso nel suo Mallarmé nella Francia dell’Occupazione e del mercato nero, è il giornalista Kauffmann che rilegge all’infinito lo stesso volume di Guerra e pace nelle prigioni di Beirut, il malato, operato senza anestesia, di cui Valéry dice che “trovò qualche sollievo, o piuttosto qualche ripresa delle forze e della pazienza, recitandosi, fra due estremi di dolore, una poesia che amava”. […] Ma è, più quotidianamente, il rifugio del libro contro il crepitio della pioggia, il silenzioso bagliore delle pagine nel frastuono cadenzato del metro, il romanzo nascosto nel cassetto della segretaria, la breve lettura del professore quando gli allievi sono interrogati alla lavagna e l’allieva in fondo alla classe che legge di nascosto, in attesa di consegnare il compito in bianco...»
DeboraDebora added a quotation
00
«Una lettura ben fatta salva da tutto, compreso da se stessi. E, soprattutto, leggiamo contro la morte. È Kafka che legge contro i progetti mercantili del padre, Flannery O’Connor che legge Dostoevskij contro l’ironia della madre (“L’Idiota?! Solo tu potevi chiedere un libro con un titolo del genere... More