E poi...
by Guillaume Musso
(*)(*)(*)(*)( )(11)
A otto anni il piccolo Nathan si butta in un lago per salvare una bambina e resta sott’acqua. Il suo cuore si ferma, i medici non hanno speranze ma il giovane eroe ritorna alla vita, contro ogni previsione. Vent’anni più tardi, Nathan è un brillante avvocato newyorkese con una carriera invidiabile p... More

All Reviews

3
Nelly PepeNelly Pepe wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )
DavidbenvenutiDavidbenvenuti wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
E POI..... di Guillaume Musso
Il libro è uscito la prima volta in Italia con il titolo : l’uomo che credeva di non avere più tempo
Io l’ho preso nella versione originale “E poi” .. “ et apres” in francese
Letto in sole tre sere, sicuramente la lettura è scorrevole e piacevole.

Il protagonista, un avvocato di successo che per la carriera ha rinunciato a famiglia e amore,
riceve la visita di un misterioso personaggio che gli annuncia di essere prossimo alla morte, da quel giorno per lui parte una corsa contro il tempo per recuperare gli affetti maldestramente perduti trasformandosi da cinico arrivista a persona sensibile alla ricerca dei sentimenti perduti.
È veramente così ? riusciamo a dare il meglio di noi solo in prossimità di una scadenza definitiva ?
Tutti abbiamo pensato, almeno una volta, a cosa fare se conoscessimo la data della nostra morte.
Anche, se il tema non è originale, mi ha fatto riflettere sul tempo che sprechiamo in sciocchezze effimere.
A 20 anni credevo (anche io) di avere tutto il tempo per fare qualsiasi cosa e nel frattempo non facevo niente, e il tempo passava inesorabile.
Attenzione al colpo di scena finale.
Infine due brani che non ho potuto non sottolineare:
“per la miseria come era stato stupido! Non c’era nulla di più piacevole della sua esistenza.
Persino un giorno di tristezza era comunque un giorno vissuto. Adesso se ne rendeva conto. Peccato
Che non ne avesse preso coscienza prima”

“No, tutti piangono, te lo giuro. Le persone che non riescono più a piangere sono gli essere più tristi della terra”

Avevo già letto due libri di Musso, questo è il migliore, sicuramente lo consiglio.