La porta proibita
by Tiziano Terzani
(*)(*)(*)(*)(*)(1,486)

All Quotations

Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Quando un Dalai Lama muore, la credenza è che nel giro di due o tre anni la sua anima riprende forma umana nel corpo di un bambino maschio che nasce da qualche parte nel Tibet. Quel bambino va trovato perchè ne è il legittimo successore. La ricerca è spesso lunga e segreta, e i più alti Lama della corte vi prendono parte.
"Questo è il mio rosario", disse un bambino di quattro anni, che ora è il quattirdicesimo Dalai Lama, quando quarantadue anni fa un gruppo di monaci, travestiti da servi, si fermarono per passare la notte in una capanna di povera gente nella regione orientale del Tibet. I monaci avevano messo sul tavolo, come per caso, quell'oggetto che era appartenuto all'ultimo Dalai Lama, e il bambino l'aveva subito preso e riconosciuto come suo.
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Quando un Dalai Lama muore, la credenza è che nel giro di due o tre anni la sua anima riprende forma umana nel corpo di un bambino maschio che nasce da qualche parte nel Tibet. Quel bambino va trovato perchè ne è il legittimo successore. La ricerca è spesso lunga e segreta, e i più alti Lama della c... More
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
"Che differenza fa? Voi lasciate mangiare i vostri morti dai vermi sotto terra, noi dagli uccelli in aria."
"Una volta che l'anima se ne va, il corpo non è che una cosa, una cosa come questo tavolo."
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
"Che differenza fa? Voi lasciate mangiare i vostri morti dai vermi sotto terra, noi dagli uccelli in aria."
"Una volta che l'anima se ne va, il corpo non è che una cosa, una cosa come questo tavolo."
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Viaggiatori di altri tempi hanno descritto il vecchio rituale tibetano dei funerali del cielo, ed avevo sentito dire che ancora oggi si fa così. In un paese in cui la terra è dura da scavare, in cui non c'è legno per fare delle pire, i funerali del cielo sono stati il modo più pio per disfarsi dei morti. I cadaveri vengono avvolti in lenzuoli bianchi dalle famiglie. Gli squartatori li mettono a testa in giù contro la pietra. Prima con un colpo spaccano la testa cosicchè l'anima possa andarsene verso la sua nuova reincarnazione. Poi aprono il petto dando cuore e fegato al più grande degli avvoltoi. Quindi fano a fette la pelle e la carne ed anche i corvi arrivano per il pasto. Un uomo prende le ossa scarnificate che restano, le mette su una macina di pietra e lentamente le stritola con un martello finchè anche quelle non diventano mangime per gli uccelli. Alla fine, sulla grande pietra non restano che tre uomini stanchi e una donna che porta loro tè col burro.
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Viaggiatori di altri tempi hanno descritto il vecchio rituale tibetano dei funerali del cielo, ed avevo sentito dire che ancora oggi si fa così. In un paese in cui la terra è dura da scavare, in cui non c'è legno per fare delle pire, i funerali del cielo sono stati il modo più pio per disfarsi dei m... More
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
Persino il sacro salice piangente che, secondo la leggenda, era sbocciato nel centro di Lhasa da un capello di Budda non fu risparmiato: ne resta un mozzicone avvizzito coperto di carte e santini. Bruciare il burro nelle lampade votive fu ovviamente considerato un inutile spreco e venne proibito. I cani furono definiti "parassiti" e come tali da distruggere: genitori, devoti buddisti, dovettero stare a guardare mentre i loro figli indottrinati dai comunisti prendevano a sassate e a bastonate quelle bestie che, come tutte le creature viventi, per i tibetani non sono altro che la reincarnazione di altri uomini; spesso specie i cani, reincarnazione dei parenti che vogliono restare vicino alla famiglia.

Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
Persino il sacro salice piangente che, secondo la leggenda, era sbocciato nel centro di Lhasa da un capello di Budda non fu risparmiato: ne resta un mozzicone avvizzito coperto di carte e santini. Bruciare il burro nelle lampade votive fu ovviamente considerato un inutile spreco e venne proibito. I ... More
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
La distruzione della religione in Tibet, ancor più che in altre parti della Cina, fu pianificata e sistematica. Fu condotta con tale perseveranza e metodicità che ha persino mutato il paesaggio tibetano: le colline erano dominate dagli dzong, delle fortezze abitate da religiosi: sono state rase al suolo. I campi avevano milioni e milioni di stupa, tempietti e reliquiari: le Guardie Rosse ne fecero degli spaventapasseri. Ogni famiglia aveva un altare con varie figure di fango rappresentanti gli dei: tutto fu fatto a pezzi. Gli strumenti religiosi vennero distrutti: le bandiere da preghiera che, multicolori, sventolavano dai tetti, dai pali, dalle vette delle colline furono tirate giù e rimpiazzate dalle bandiere rosse del partito. Migliaia di figure buddiste scolpite, intarsiate, dipinte sulle rocce delle montagne vennero scappellate, sfigurate a colpi di martello, coperte di vernice, cancellate.
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
La distruzione della religione in Tibet, ancor più che in altre parti della Cina, fu pianificata e sistematica. Fu condotta con tale perseveranza e metodicità che ha persino mutato il paesaggio tibetano: le colline erano dominate dagli dzong, delle fortezze abitate da religiosi: sono state rase al s... More
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
Lo stesso è avvenuto un po' in tutto il paese.Non è una sorpresa: tutta l'esperienza cinese fatta dal 1949 prova che gli incentivi materiali fanno aumentare la produzione, quelli morali la fanno diminuire,
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
Lo stesso è avvenuto un po' in tutto il paese.Non è una sorpresa: tutta l'esperienza cinese fatta dal 1949 prova che gli incentivi materiali fanno aumentare la produzione, quelli morali la fanno diminuire,
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Ai monaci di un tempo era proibito, sotto giuramento, di toccare carne, vino, donne e soprattutto di insegnare i segreti del Kung fu ad altri che non fossero i novizi del tempio. I monaci, inoltre non dovevano uccidere, ma questa proibizione diventò col tempo molto elastica. Un vecchio modo di dire di Shaolin suona:"Se un tiranno è vivo, diecimila innocenti non dormono in pace", e con ciò divenne un gran merito sbarazzare il mondo dai tiranni o altra gente definita tale. La giornata del novizio cominciava alle quattro del mattino e finiva la sera alle dieci. Cinque ore al giorno erano dedicate all'addestramento fisico, il resto della giornata alla meditazione, allo studio e al canto di sutra.
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Ai monaci di un tempo era proibito, sotto giuramento, di toccare carne, vino, donne e soprattutto di insegnare i segreti del Kung fu ad altri che non fossero i novizi del tempio. I monaci, inoltre non dovevano uccidere, ma questa proibizione diventò col tempo molto elastica. Un vecchio modo di dire... More
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Per i cinesi tenere un grillo è come per un occidentale possedere un cane o un cavallo. Lo accudisce dandogli da mangiare le cose che predilige:alcuni mangiano solo carote o lattuga, altri solo castagne già masticate dal padrone, altri ancora dei vermi speciali che a loro volta mangiano solo granturco e che vanno allevati a parte perchè il grillo li vuole solo vivi. I grilli devono fare il bagno: di solito in una tazza da tè appena tiepido. I grilli vanno portati a spasso, un po' per distrarli, un po' per dar loro la sensazione che non sono trascurati. La gente ha tasche speciali in cui tenerli, fatte apposta nell'interno delle giacche o dei cappotti, così chè le bestiole possano essere portate ovunque uno vada, comode nelle loro gabbie e piacevolmente riscaldate dal calore del corpo umano.
Le casette invernali dei grilli sono fatte con zucche, ma non le zucche così come si trovano in natura-i cinesi non si accontenterebbero di questo-, bensì a zucche a cui artificialmente si fa ssumere la forma che si desidera. I cinesi sono da secoli maestri in quest'arte. Quando il fiore della zucca è appena sbocciato, viene forzato all'interno di una struttura di creta e lì cresce fino a riempirla, assumendone la forma e ricevendo sulla superficie, in bassorilievo, tutto ciò che è stato precedentemente inciso nella "matrice". Ci sono così gabbie con incisi versi di famose poesie, altre con paesaggi o figure di uomini e dei. I tappi di queste zucche sono in avorio, in legno, in giada o in tartaruga, anche questi incisi con forme di draghi, leoni o con vari simboli che dovrebbero portare fortuna alla bestiola e al suo proprietario.
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
10
Per i cinesi tenere un grillo è come per un occidentale possedere un cane o un cavallo. Lo accudisce dandogli da mangiare le cose che predilige:alcuni mangiano solo carote o lattuga, altri solo castagne già masticate dal padrone, altri ancora dei vermi speciali che a loro volta mangiano solo grantur... More
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
La gente qui ha un suo modo di riassumere la storia di questi trent'anni:
"Negli anni '50 ci si aiutava
negli anni '60 ci si ammazzava
negli anni '70 ci si temeva
negli anni '80 ognuno non pensava che a sè".
Beagle BauBeagle Bau added a quotation
00
La gente qui ha un suo modo di riassumere la storia di questi trent'anni:
"Negli anni '50 ci si aiutava
negli anni '60 ci si ammazzava
negli anni '70 ci si temeva
negli anni '80 ognuno non pensava che a sè".
xabrasxabras added a quotation
10
Mi firmo «Terzani».
Deng Tiannuo non esiste più.
xabrasxabras added a quotation
10
Mi firmo «Terzani».
Deng Tiannuo non esiste più.