!! SCHEDA DOPPIA !!
by Tiziano Terzani
(*)(*)(*)(*)(*)(4,172)
Scheda DOPPIA E INCOMPLETA, da non aggiungere Alla propria libreria.

QUELLA CORRETTA:
anobii.com/books/Un_altro_giro_di_giostra/9788830421424/01a1cf0a757e31f96f

All Quotations

55
kainakaina added a quotation
00
Una volta accettata l'idea che la morte è parte della nostra vita, ci si sente più forti, si ha l'impressione che nessuno possa più avere potere su di noi.
kainakaina added a quotation
00
Una volta accettata l'idea che la morte è parte della nostra vita, ci si sente più forti, si ha l'impressione che nessuno possa più avere potere su di noi.
kainakaina added a quotation
00
L'arte quella vera quella che viene dall'anima è così importante nella nostra vita. L'arte ci consola ci solleva, l'arte ci orienta. L'arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentati da bambino, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua una poesia ci hanno dato.
kainakaina added a quotation
00
L'arte quella vera quella che viene dall'anima è così importante nella nostra vita. L'arte ci consola ci solleva, l'arte ci orienta. L'arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentati da b... More
kainakaina added a quotation
00
Sapevo che era una questione di prospettiva. Ogni volta che la visione del mondo ci rimpicciolisce, i nostri problemi o i nostri mali ci paiono importantissimi, la nostra morte orribile, impensabile. Se la visione si allarga e si riesce a vedere il mondo nella sua interezza e magnificenza, il nostro stato, pur penoso che sia, diventa parte si quella vastità, di quell'eterno, naturale arrovellarsi dell'uomo.
kainakaina added a quotation
00
Sapevo che era una questione di prospettiva. Ogni volta che la visione del mondo ci rimpicciolisce, i nostri problemi o i nostri mali ci paiono importantissimi, la nostra morte orribile, impensabile. Se la visione si allarga e si riesce a vedere il mondo nella sua interezza e magnificenza, il nostro... More
kainakaina added a quotation
00
Mi piaceva pensare che il mio corpo fosse un costume che, nascendo avevo preso in prestito e che prima o poi avrei potuto (dovuto) rendere, senza che mi facesse paura il restar nudo.
kainakaina added a quotation
00
Mi piaceva pensare che il mio corpo fosse un costume che, nascendo avevo preso in prestito e che prima o poi avrei potuto (dovuto) rendere, senza che mi facesse paura il restar nudo.
kainakaina added a quotation
00
A pensarci bene, dopo un po' il viaggio non era più in cerca di una cura per il mio cancro, ma per quella malattia che è di tutti :la mortalità. (...) si tratta di capire che la vita e la morte sono due aspetti della stessa cosa. Arrivare a questo è forse la sola vera meta del viaggio che tutti intraprendiamo nascendo
kainakaina added a quotation
00
A pensarci bene, dopo un po' il viaggio non era più in cerca di una cura per il mio cancro, ma per quella malattia che è di tutti :la mortalità. (...) si tratta di capire che la vita e la morte sono due aspetti della stessa cosa. Arrivare a questo è forse la sola vera meta del viaggio che tutti intr... More
ElisaElisa added a quotation
00
Lo stesso vento che carezzava me piegava i fili d'erba ai miei piedi, spingeva le nuvole nel cielo, e la vita che sentivo tutta attorno nelle piante, nei fiori, negli animali era la stessa che scorreva nelle mie vene.
ElisaElisa added a quotation
00
Lo stesso vento che carezzava me piegava i fili d'erba ai miei piedi, spingeva le nuvole nel cielo, e la vita che sentivo tutta attorno nelle piante, nei fiori, negli animali era la stessa che scorreva nelle mie vene.
KatiaKatia added a quotation
00
Mi parve che tutta la mia vita fosse stata come su una giostra: fin dall’inizio m’era toccato il cavallo bianco e su quello avevo girato e dondolato a mio piacimento senza che mai qualcuno fosse venuto a chiedermi se avevo il biglietto. No. Davvero il biglietto non ce l’avevo. Tutta la vita avevo viaggiato a ufo! Bene: ora passava il controllore, pagavo il dovuto e, se mi andava bene, magari riuscivo anche a fare… un altro giro di giostra.

I libri sono come i figli, che bisogna almeno essere incinta per pensare di farli.

liberolibro.it/tiziano-terzani-un-altro-giro-di-giostra
KatiaKatia added a quotation
00
Mi parve che tutta la mia vita fosse stata come su una giostra: fin dall’inizio m’era toccato il cavallo bianco e su quello avevo girato e dondolato a mio piacimento senza che mai qualcuno fosse venuto a chiedermi se avevo il biglietto. No. Davvero il biglietto non ce l’avevo. Tutta la vita avevo vi... More
Stef ProsStef Pros added a quotation
00
La memoria, spesso ce lo dimentichiamo, ci fa strani scherzi. Si ricorda e si dimentica quello che vuole. E lo fa apparentemente senza alcuna ragione: almeno non chiara a noi che spesso crediamo di essere la memoria, o che quella ci appartenga, o che almeno ne siamo i controllori.

Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentati da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.

Dovevo raccontare le guerre, ma non chiedermi perché, con tutto il progresso di cui l'uomo si vanta, le guerre sono ancora così parte della sua esistenza e perché, quanto più civili e progrediti sono i paesi, tanto più investono enormi capitali per studiare nuove armi capaci di uccidere sempre meglio e di più.
Stef ProsStef Pros added a quotation
00
La memoria, spesso ce lo dimentichiamo, ci fa strani scherzi. Si ricorda e si dimentica quello che vuole. E lo fa apparentemente senza alcuna ragione: almeno non chiara a noi che spesso crediamo di essere la memoria, o che quella ci appartenga, o che almeno ne siamo i controllori.

Noi non siamo sol
... More
Roberta D'AgostinoRoberta D'Agostino added a quotation
00
Per questo l'arte, quella vera, quella che viene dall'anima, è così importante nella nostra vita. L'arte ci consola, ci solleva, l'arte ci orienta. L'arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentati da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.
Roberta D'AgostinoRoberta D'Agostino added a quotation
00
Per questo l'arte, quella vera, quella che viene dall'anima, è così importante nella nostra vita. L'arte ci consola, ci solleva, l'arte ci orienta. L'arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno ad... More
Roberta D'AgostinoRoberta D'Agostino added a quotation
00
VIAGGIARE.
Il piacere di una vita. [...] La ragione di tutto quel muovermi, di quell'andare continuamente fuori in cerca di qualcosa era semplice: io non avevo niente dentro di me. Ero vuoto. Vuoto come è vuota una spugna, pronta però a riempirsi di quello in cui è tuffata. La metti nell'acqua e d'acqua s'imbeve, la inzuppi nell'aceto e diventa acida. Non avessi viaggiato non avrei mai avuto niente da dire, da raccontare; niente su cui riflettere. Viaggiare mi esaltava, mi ricaricava, mi dava da pensare, mi faceva vivere. L'arrivo in un paese nuovo, in un posto lontano era ogni volta una fiammata, un innamoramento; mi riempiva di emozioni. [...] Il viaggio poi è sempre stato considerato un mezzo di crescita spirituale, come se muovere il corpo contribuisse a elevare l'anima. In India si dice dei sadhu, i santi mendicanti, che debbono essere come l'acqua: muoversi in continuazione, altrimenti stagnano. Anch'io fossi stato fermo, certamente sarei stagnato.
Roberta D'AgostinoRoberta D'Agostino added a quotation
00
VIAGGIARE.
Il piacere di una vita. [...] La ragione di tutto quel muovermi, di quell'andare continuamente fuori in cerca di qualcosa era semplice: io non avevo niente dentro di me. Ero vuoto. Vuoto come è vuota una spugna, pronta però a riempirsi di quello in cui è tuffata. La metti nell'acqua e d'a
... More